Ominide 50 punti

Michelangelo Merisi in arte Caravaggio

Brevi cenni sulla vita:
Michelangelo Merisi nacque a Milano intorno al 1571 da una famiglia originaria di Caravaggio, un piccolo centro del Bergamasco. La sua vita è drammatica e violenta. La dividiamo in tre fasi:


    1° fase pittorica → Caravaggio va bottega da Simone Peterzano, che gli insegna la tecnica della natura morta (still life): animali, alberi morti, frutta oggetti inanimati. Ritratti. Per tutta la sua vita usa la tecnica dell’olio su tela. Fa solo quadri grandi, adeguati al soggetto importante.

    2° fase Roma Cavalier D’Arpino, lo ospita nella sua casa. Per un anno sta con lui e lo aiuta nel lavoro da pittore. Dopo un anno lascia il pittore perché ritiene di essere troppo bravo per questo lavoro e perché litiga spesso con il Cavalier. Incontra il Cardinale del Monte, il quale era un collezionista di quadri e scopritore di talenti, abitava in Palazzo Madama. Decide di mettere subito sotto contratto Caravaggio. Committenza: tre tele per la chiesa dei francesi, situata vicino a Palazzo Madama.


    3° fase assassinio → Caravaggio durante una partita alla palla corda pugnala un avversario. Ottiene uno sconto della pena ed è esiliato e mandato via dal Pontificato. Va a Napoli e vie-ne accolto con onoreficienze; poi in Sicilia (Messina); Malta dai Templari perché erano cu-stodi del tempio di Gerusalemme, dove fa il suo ultimo quadro dedicato a San Giovanni Battista Decapitato; è nominato cavaliere. Torna a Roma perché è cambiato il Papa che lo “perdona”, per tornare a Roma va in Toscana (vicino Piombino), ma invece di andare al por-to per imbarcarsi va in una spiaggia dove viene trovato morto. Vi sono due versioni: la 1°: morto per malaria, la 2° aveva un appuntamento con due persone per pagarle, le quali lo uccidono a calci e pugni e lo seppelliscono nella spiaggia.

Opere

Canestra di frutta (natura morta); Bacco (Dio del vino); Ragazzo morso dal ramarro; Ciclo di San Matteo → vocazione/angelo/martirio (San Luigi dei Francesi); San Pietro e San Paolo (è a Santa Maria del Popolo) e San Giovanni Battista (decapitazione) l’unica opera firmata.

Tecnica pittorica

Le opere di Caravaggio sono caratterizzate dal chiaroscuro e la luce è diagonale. Aveva due modelli una donna Elena, detta Lena (prostituta) e un ragazzo piccolo (non ancora sviluppato). Caravaggio non abbellisce i personaggi, raffigura ciò che è vero, reale.

Registrati via email