Caravaggio ebbe una formazione lombarda, a cui si aggiunse la conoscenza del colorismo veneto. Egli osserva minuziosamente la realtà,, creando nature morte senza abbellimenti, aggiungendo dettagli prima mai visti (ad esempio le foglie secche).

Bacco

Si vede Bacco sdraiato sul triclino, parzialmente avvolto in un lenzuolo. Il tema è classico (la mitologia), ma è contornato da elementi nuovi quali le foglie secche e i frutti marci, visti come metafora del tempo che corrompe.
nell'ottica cristiana può essere visto come il Salvatore, identificando nella melagrana spaccata, nel vino, nel drappo e nella cintura nera i Simboli della Passio Christi.
L'atmosfera è fosca, tipica dei quadri di Caravaggio.

"Vocazione di San Matteo"

E'una tela creata per la Cappella Contarelli e rappresenta il momento in cui Gesù sceglie Matteo come apostolo. Il locale è oscuro e disadorno.

Si nota un gioco di sguardi tra Matteo, Cristo e i due giovani di destra.
Simbologia: la chiamata di Dio è rivolta a tutti, ma ciascuno è libero secondo la propria coscienza di aderire o respingerlo, decidendo, quindi, la propria salvezza o dannazione.
Grazie alla LUCE le figure assumono volume e risalto, staccandosi dalla penombra. è una luce reale, poichè proviene dalla porta, ma ideale perchè sembra irradiarsi alle spalle di Cristo, proiettandola sugli altri. Vista in questo modo, assumerebbe il ruolo di luce della grazia divina.
Non ci sono riferimenti sacri, è solo una scena di genere.
Inoltre, si noti l'aureola impercettibile sopra Cristo.

Registrati via email