Ominide 2991 punti

Il settecento è costituito da due eventi estremi: morte di Luigi XIV e la rivoluzione francese ; si fondono le premesse dell’età moderna, inizia il secolo dell’illuminismo, un movimento culturale filosofico sorto in Inghilterra e diffusosi ben presto in tutta l’Europa , che cerca di capire la realtà attraverso i lumi della ragione.
Vi sarà un susseguirsi di sovrani come a Firenze i Lorena, in Piemonte i Savoia. Il tema fondamentale del secolo è dunque la chiarezza razionale contro l’oscurità perciò opposizione al barocco, ai suoi eccessi artificiosi e opposizione ai forti contrasti chiaroscurali. L'architettura sarà impegnata nella realizzazione di edifici tradizionali come chiese e palazzi. Vi è nel settecento una vocazione per il teatro; si passa dal barocco al neoclassicismo .
Nel settecento si svincola l’arte da ogni fine. S'afferma ora l’indipendenza dell’arte dalla ragione, se ne sostiene la libertà creativa, contro il condizionamento delle regole classiche. L’ Italia che nel seicento ha un ruolo culturale dominante viene sempre più perdendo importanza nel settecento mentre la Francia assume un ruolo di guida intellettuale e politica in Europa. A Torino vi è Vittorio Amedeo II il quale trasforma il ducato in un regno.

Affida il compito a Filippo Juvara di costruire dei nuovi edifici.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email