Ominide 376 punti

LEON BATTISTA ALBERTI

Leon Battista Alberti, architetto e teorico dell’architettura, entrò a far parte di molti settori culturali, come si sa attraverso le sue più importanti opere letterarie, diventando così una figura significativa del Rinascimento. Uno degli aspetti innovativi che caratterizza Alberti è proprio la sua costante ricerca di regole, teoriche e pratiche, capaci di guidare gli artisti nel loro operato, poiché quest’ultimo si fondava su principi matematici, geometrici, scientifici e visivi. Per questo sarà lui a portare avanti le idee più innovative di Brunelleschi, come la teoria della prospettiva, e ad essere riconosciuto, sempre assieme a Brunelleschi, il fondatore dell’architettura rinascimentale in Italia. Alberti fu il primo anche ad analizzare la proporzione del corpo umano nel campo della scultura condizionata dai preconcetti delle fonti classiche, infatti, in alcuni suoi trattati troviamo molti studi su nuovi tipi di edifici moderni ispirati alla forma classica. Inoltre grazie alla sua invenzione, il velo, Alberti propone, non solo una nuova prova sperimentale della validità della prospettiva, ma anche nuove soluzioni meccaniche di primaria importanza per la nuova arte pittorica.

LEONARDO DA VINCI

Leonardo Da Vinci è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità per la sua vasta maestria in tutte le arti, come pittore, inventore, scienziato e osservatore. Infatti, le sue innovazioni nel disegno influenzarono l’arte italiana per oltre un secolo, mentre i suoi studi scientifici, soprattutto di anatomia, anticiparono molte conquiste della scienza odierna; inoltre può essere considerato anche il pioniere della moderna aviazione e lo scopritore di tante nuove leggi fisiche che al suo tempo erano considerate solo delle fantasie. Fu anche uno degli iniziatori della scienza dell’idraulica, progettando efficaci sistemi di canalizzazione, ed il primo ad approfondire lo studio dell’origine dei fossili e dei continenti. Anche le teorie scientifiche di Leonardo, così come le sue innovazioni artistiche, si basavano su tre principi fondamentali: osservazione, sperimentazione e documentazione; così, attraverso il disegno, egli riesce ad approfondire le sue ricerche ed invenzioni seguendo i processi creativi e conoscitivi della sua mente. Il mezzo fondamentale per attuare il processo conoscitivo della natura è il disegno, con cui Leonardo da Vinci procede all'anatomia di tutta la realtà, all'approfondimento dell'esperienza sensibile e alla scomposizione del fenomeno nella sua struttura matematica sottostante.

Registrati via email