Vincent van Gogh

••• La vita
•• Il padre è un pastore protestante. I suoi studi sono incostanti e cerca di diventare anche lui un predicatore. Conosce Toulouse-Lautrec, Monet, Degas, Renoir, Seurat. È amico di Gauguin, ma il loro rapporto si interrompe violentemente (per una scommessa con lui persa si taglia una parte di un orecchio). Uomo solitario e istintivo, di sentimenti forti e violenti, in ottimi rapporti con il fratello Theo che lo aiuta anche economicamente. È consapevole di essere incompreso dal mondo e cerca di capire se stesso trovando tutti i modi in cui esprimere la propria interiorità. Subisce insuccessi, rifiuti, isolamenti. Cade in depressione e si aliena mentalmente dalla realtà. Si sente per tutta la vita un prigioniero e si suicida sparandosi al cuore.

••• Campo di grano con volo di corvi (1890)
•• È da molti ritenuto il suo testamento artistico e spirituale, dipinto poco prima del suo suicidio. Nelle sue raffigurazioni della natura soggetta alla furia degli elementi, non si raffigura l’evento mentre accade, ma si enfatizza l’avvicinarsi dello spannung, il momento cruciale (come in Campo di grano sotto un cielo tempestoso in cui il campo è ben illuminato nonostante il cielo nuvoloso). In Campo di grano con volo di corvi, c’è una tempesta (che suggerisce un lutto) che sta per abbattersi su un campo di grano tagliato da tre viottoli bordati di verde e dai quali si innalzano in un basso volo scomposto uno stormo di corvi neri (semplificati in “w” rovesciate). Il dipinto è stato realizzando con una violenza mai utilizzata prima da Van Gogh. Il campo di grano è scosso dal vento che piega le spighe ed è colorato con “frustate” di giallo e il cielo è incupito dal nero delle nubi minacciose. Il cielo azzurro e il campo di grano entrambi luminosi sono in minoranza rispetto al “buio” che sta per “mangiare” la loro luminosità. Van Gogh sembra guardare impotente questo evento naturale e sta immobile come l’uccellino in gabbia della lettera a Theo di dieci anni prima e guarda il cielo carico di tempesta, che sta per rivoltarsi. Una rivolta che è anche dentro di sé.

Registrati via email