Romanticismo inglese

Il paesaggio fu rimodernato. Il primo a rimodernare il genere del paesaggio è stato Cozens che rappresenta il paesaggio per come lo percepisce e non per come è (in età illuministica invece era visto in modo oggettivo). Turner e Constable sono i maggiori rappresentanti del genere paesaggistico. Le novità loro proposte furono trasferite in Francia e poi in tutta Europa.
Constable è il rappresentante del pittoresco in pittura. I suoi dipinti ci trasmettano sensazioni rasserenanti e ci da l’idea della percezione. Quando arriva in Francia con le sue opere non condiziona solo i romantici ma anche gli impressionisti. Lui dietro i suoi dipinti scriveva l’ora in cui li aveva composti per fermare l’attimo fuggente. Le pennellate sono rapide.
Turner è il rappresentante del sublime inglese. Passa dal pittoresco al sublime. Per avere la sensazione del sublime dinamico si legò all’albero di una barca e la mandò in mezzo a una tempesta. Questi artisti devono percepire le sensazioni per poter poi realizzare. Quindi la sensazione dev’essere metabolizzata, è una questione di sensazione.

“Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi”

Annibale non si vede molto (questo perché è lui che percepisce che Annibale attraversa le Alpi), più che altro si vede il paesaggio del sublime dinamico.
“Ombre e tenebre la sera del diluvio”
Non si vede il diluvio, è una percezione dell’artista. In fondo vi è l’arca di Noè, e abbiamo gli animali che arrivano all’arca di Noè, gli uccelli che sono presagio di morte. Goethe disse che i colori hanno una ripercussione sull’animo umano, e ad esempio che il rosso e il giallo suscitano nell’uomo dei sentimenti positivi.
“Incendio della Camera del Lords”
Rappresenta un momento di cronaca. L’incendio che avviene nel Parlamento Inglese il 16 Ottobre 1734.
FRANCESE
I maggiori esponenti del Romanticismo Francese presentano una componente classica ancora accentuata: la presenza del disegno, la formazione accademica..

Gericault

“La zattera della Medusa”

Rappresenta un momento di cronaca, in cui una nave di nome “Medusa” naufragò, e i soccorsi non arrivarono in tempo quindi anche quelli che si erano salvati dal naufragio rimasero senza aiuto per molto tempo. Rappresentava un momento di inadeguatezza del governo francese, per questo non ebbe fortuna in Francia, ma invece in Inghilterra, contenta che questo dipinto rappresentasse una défaillance del governo Francese. Lo schema prospettico presenta una struttura piramidale in due momenti diversi, una che ha l’apice nell’albero della zattera, e l’altra che ha l’apice nella mano. La spinta verso destra è la speranza e quella verso sinistra è la delusione della speranza. Ci sono molti richiami a Michelangelo in quanto il torso del personaggio che spinge verso destra come anche l’anatomia dei copri ha un richiamo a lui.

“I ritratti di folli”
Glieli commissiona un amico psichiatra, e lui realizza questi ritratti di folli dove mette a fuoco il tipo di psicologia, di pazzia del soggetto.

Delacroix

Allievo e amico di Gericault, rispetto al quale ha avuto per un periodo anche un rapporto di dipendenza. Anche Delacroix punta sul disegno, realizzando disegni molto belli e particolareggiati. Lui tende a diminuire la dose di disegno rispetto alla pittura, rispetto a Gericault. Tanto è vero che lui è stato considerato dagli impressionisti il loro padre, in quanto gli impressionisti annullano il disegno.

“Barca di Dante”

Rappresenta l’VIII canto dell’Inferno. Dante e Virgilio sono nel girone degli iracondi, lo vediamo dal personaggio che cerca di salire sulla barca di Dante. Il demone richiama al dorso del Belvedere, contenuto nei giardini del Belvedere. Il papa, proprietario di questi giardini chiese a Michelangelo di toccare quest’opera, ma lui disse che era già perfetta. La scena è concentrata sulla diagonale e i corpi sono messi in maniera da descrivere un moto particolare.

“Celebrazione delle tre giornate di Parigi”
Realizzata in relazione alle tre giornate di Parigi quindi in relazione ai moti del 30. Grandi dimensioni. Realizzata in poco tempo. Ebbe molto successo. Richiama alla rivoluzione francese, ma mentre la vera e propria rivoluzione Francese era stata borghese, questa è una rivoluzione del popolo e lui lo mette in evidenza. Ci sono popolani, borghesi, c’è un monello.. e tutti corrono dietro questa bandiera mantenuta da una donna che è la personificazione della libertà fatta persona. Per la rappresentazione di questa lui si rifà alla Venere di Milo. Elementi in corrispondenza con l’opera di Gericault: schema piramidale, attenzione all’anatomia dei corpi, l’effetto del calzino sceso, ma ci sono cambiamenti riguardo la tecnica: la Venere di Milo era più scoperta, i peli sotto le ascelle che sono un dato realistico, un’attenzione al particolare. La bandiera rappresenta il popolo e lo fa attraverso i colori, che corrispondono ai colori delle giunche, delle camicie, quindi c’è un richiamo all’idealizzazione del colore. Sullo sfondo c’è Parigi. Lo vediamo dalle due torri della Cattedrale di Notre-Dame. La fiumana di gente in lontananza che segue la libertà è meno particolareggiata perché vuole far ritrovare lo spettatore nella fiumana di gente. La donna indossa il berretto frigio, utilizzato dagli antichi romani quando il padrone lo dava a uno schiavo liberato, i liberti, quindi assunse valore di libertà, utilizzato anche nella rivoluzione francese, quindi questo dimostra il legame tra passato e presente.

“Massacro di Sciò”

La questione greca, quindi i greci erano invasi dai turchi e tentavano di riacquistare la libertà era una questione molto sentita particolarmente in Europa e quest’opera ne è una caratterizzazione.
“Cavalli”
Lui ne aveva rappresentati tanti. Gli piaceva disegnarli.
“Lotta di Giacobbe con l’angelo”
Sulla sinistra trattato il dato onirico, perché è un sogno e sulla destra vi è il dato realistico.

Registrati via email