blakman di blakman
VIP 9176 punti

Arnulf Rainer - Schlaf-Zacken

Esponente del cosiddetto Wiener Aktionismus, corrente artistica nata in Austria negli anni Sessanta, Arnulf Rainer crea opere di forte impatto straziando con l'aiuto della pittura le fotografie scattate al proprio corpo. Queste presentano in genere smorfie grottesche, frutto di stati d'ira che il pittore si procura attraverso l'assunzione di droghe al fine di deformare la propria immagine e renderla manifesto di una condizione universale. In Schlaf-Zacken (Punte di sonno) il volto sconvolto dell'artista addormentato diviene il simbolo di un'esasperazione in cui lo spettatore è chiamato a riconoscersi. Erede ideale, per il suo modo di distorcere le fisionomie, dell'espressionismo austriaco, Rainer distrugge la propria identità per ricrearla ex novo. Creare un unico uomo che li contenga tutti: Rainer registra così in un solo volto i moti fisici e quelli della psiche. La sua volontà di autodistruzione mira in realtà a risvegliare l'identità sopita di ciascuno, in una società che sembra avere sacrificato le singole personalità al più banale conformismo.

Registrati via email