blakman di blakman
VIP 9176 punti

Jackson Pollock - Number 1

Ispirandosi ai riti degli indigeni americani e in particolare alle sand paintings degli indiani navajos, Pollock aveva maturato l'idea di stendere la tela sul pavimento del suo studio e di cominciare a dipingerla senza un progetto preciso e senza preoccuparsi di evitare che le tonalità cromatiche si mescolassero tra loro; attingendolo con una spatola delle latte di vernice, distribuì a pioggia il colore puro (nero, bianco e rosso) sulla superficie stesa, girandole attorno, senza distinguere eventuali versi e direzioni dell'immagine. L'armatura in bianco e nero e la gamma ristretta di sfumature color terra, modulate con leggere integrazioni cromatiche, qui tendenti al viola, sono una caratteristica di tutti gli esemplari della serie dei grandi dripping.
Number 1 è il risultato di ripetuti passaggi sulla tela della mano che, utilizzando ogni volta un colore diverso, cerca di distribuirlo fino a coprire l'intero spazio a disposizione, ottenendo un effetto di assoluto horror vacui. Questo personale modo di dipingere, nel quale non vi è centro né verso di osservazione e la composizione si presenta direzionalmente indeterminata, dà origine a una pittura detta all over "a tutto campo", volta quindi a invadere ogni centimetro di tela, dando la sensazione che l'opera non abbia né un inizio né una fine e che il quadro sia dilatabile all'infinito.

Registrati via email