blakman di blakman
VIP 9176 punti

Michelangelo Pistoletto - Venere degli stracci


L'artista Michelangelo Pistoletto si servì di un simbolo della classicità e della bellezza immutabile per realizzare la Venere degli stracci, realizzata intorno al 1967. Una candida copia della Venere Callipigia, icona dell'antichità, volge le spalle al pubblico, davanti a una montagna variopinta di stracci che simboleggia il consumismo della società contemporanea. Oltre alla dissonanza formale e allo stridore cromatico, colpisce il contrasto tra ciò che è arte (Venere) e ciò che per definizione non lo è (gli stracci), ma che anzi è considerato uno scarto della società. Con la Venere degli stracci Pistoletto tentò di esprimere la necessità che l'arte si confrontasse con la vita e propose un'idea di arte dal valore sociale, finalizzata a una radicale trasformazione di una società imperniata sul consumismo. Pistoletto, come molti altri artisti, lancia quindi con la sua opere una chiara denuncia della mentalità contemporanea, non a caso proprio per questa sua finalità e originalità, la Venere degli stracci è considerata uno dei suoi maggiori capolavori.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email