Ominide 4454 punti

La regata ad Argenteuil e le Impressioni

Il mare e il fiume sono fra i soggetti preferiti da Monet, soprattutto quando lascia Parigi e soggiorna in diverse località, fra le quali Argenteuil. Fra le opere dipinte da Monet in questo luogo una delle più note è Regata ad Argenteuil. L’accostamento dei colori primari e complementari determina una luminosità intensa e festosa, cosicchè tutto è luce, tutto è colore. Talvolta l’elemento adottato da Monet per la scomposizione della luce è la nebbia. L’atmosfera toglie loro esattezza obiettiva; da ciò che i nostri occhi vedono ricaviamo impressioni, non certezze. Sono significativi al riguardo i titoli di due quadri: Impressione. Il levar del sole e Impressione. Il tramonto del sole. Il primo venne esposto alla celebre mostra del 1874 e fu tra le opere che ispirarono le critiche ironiche di Leroy. Essi esprimono il mondo interiore di Monet, la sua reazione emotiva di fronte alle percezioni che gli provengono dall’esterno.

Le serie

Dopo il 1881 Monet i reca ogni anno sulla costa settentrionale dove dipinge più volte gli stessi soggetti, perché ciascuno di essi ha infiniti aspetti a seconda dell’ora, delle condizioni climatiche e dello stato d’animo dell’autore. Si spiegano così le serie cui Monet si dedica dopo il 1890: il Tamigi, Venezia e soprattutto La Cattedrale di Rouen e le Ninfee. La Cattedrale di Rouen è stata dipinta da Monet in 50 quadri che hanno per soggetto la sola facciata vista dalla stessa angolazione eppure sempre diversa, perché diversa è l’ora del giorno e quindi l’illuminazione e perché è continuamente diverso il nostro modo di essere e quindi il nostro rapporto con la realtà. Proprio la celebrità del monumento offre a Monet l’occasione di superare la banalità della cartolina che inquadra il soggetto: la facciata è vista obliquamente e possiamo liberamente completare l’immagine secondo la nostra sensibilità, così che da semplici spettatori ci trasformiamo in attori. Per dipingere questa serie di quadri, Monet si era collocato a una finestra e, come in molti altri casi, cambiava le tele via via che mutava la luce del sole.

Registrati via email