Questo appunto contiene un allegato
Monet, Claude - Impressionismo scaricato 0 volte

Monet e l'impressionismo

impressionismo <impressione
1874- prima mostra degli Impressionisti nello studio fotografico di Nadar

Monet

Impressione: levar del sole

-Critica abbastanza feroce su questa opera, in particolare un critico commenta ironizzando sul titolo dell opera (dice che questa opera fa proprio impressione, perché non é per niente definita). In realtà l autore delle opera non voleva realizzare una scena definita, ma un impressione, l impressione che crea il levar del sole nell'occhio di chi lo guarda.
-Sole rosso: il nostro occhio cade subito li perché é l'unico punto che spezza il quadro, crea un contrasto con la macchia di colore freddo che lo circonda che rappresenta il secondo piano dell opera.
-Paragone con Turner non casuale, infatti Monet lo conosceva molto bene.
-Successivamente il nostro occhi distingue anche due imbarcazioni e sullo sfondo delle pennellate che abbozzano la sagoma del molo che si riflette nel mare e gli alberi delle navi

-Le cose più vicine all occhio sono più nitide e man mano che diventano lontane sono più sfumate. Monet porta alla estreme conseguenze le osservazioni sulla prospettiva aerea.

Monet e l'impressionismo

-Fondato su proposta di Pissarro
-Monet arriva a Parigi e inizia subito ad interessarsi agli effetti della luce sulle cose, la mutevolezza delle cose, in particolare gli effetti creati sugli specchi d acqua. Quindi gli impressionisti dipingono en plain air
-Pennellate accostate tra loro con colori diversi, in particolare con colori complementari tra loro perché si influenzano tra loro e rendono la percezione che ho di essi ancora più carica, senza disegno preparatorio. E’ l’occhio che hai il compito di ricomporre i colori e distinguere i contorni-->impressione
-Monet e gli impressionisti si distaccano molto dalla pittura tradizionale perché manca la costruzione prospettica (non c é un chiaro primo piano o secondo piano).
-Molto criticati: si diceva che gli impressionisti buttano giù del colore e poi firmano l opera quindi le loro opere prendono in giro.

Bagnanti alla Grenouillere

-Gente che fa il bagno nel fiume, gente fuori con costumi antichi. Barche attraccate che si possono noleggiare. Quindi rappresenta un posto carino, non vuole denunciare la società di Parigi come fanno alcuni.
-Effetto della luce sull acqua
-Folla
-Renoir realizza un opera molto simile, stesso scorcio.
-Inquadratura scelta da entrambi é un inquadratura fotografica.

Stazione di Saint Lazare

-Monet non dipinge solo la natura, ma anche la città ma solo nel suo aspetto mutevole-->confusione creata dal fumo
-Folla indistinta (ricorrente negli impressionisti: non dipingono mai l’uomo come individuo, ma come massa)
-Struttura a capanna e materiali che ricordano l architettura ferro e vetro

Colazione sull'erba

-Ritrovo del ceto medio parigino: Il soggetto non é interessante in sé, ma Monet riesce a utilizzare meglio la sua tecnica con la rappresentazione della natura, cattura meglio la luce, quindi verrà molto rappresentato.
-Tutto è rappresentato in piccole macchie tutte accostate tra loro senza dei contorni ben precisi, che però danno l atmosfera di una domenica soleggiata in mezzo alla natura.
L occhio impressionista era un occhio fotografico--> catturare il momento con quella luce particolare di quel particolare momento della giornata.

Il bar delle Folies-Bergère

Bar più in di Parigi
Ci troviamo nella posizione di uno che si rivolge alla barista al bancone--> ci siamo anche noi nell opera.
L uomo che parla con la barista è riflesso sullo sfondo in cui c é uno specchio. Anche tutto il locale é riflesso sullo sfondo. Il riflesso rende il dipinto ingannevole, non si capisce bene cosa sia riflesso e cosa no e quale sia la profondità dello spazio
L unico punto fisso é la barista con uno sguardo rivolto alla nostra sinistra, con uno sguardo un po' perso
Nei riflessi le pennellate sono molto sommarie e incerte e rendono molto bene gli effetti di luce.

1886- scioglimento del gruppo degli impressionisti, ha breve durata.
Nello stesso anno Durand-RUel grande gallerista/ collezionista d arte (=persona che finanzia e scommette su alcuni artisti a volte anche rischiando, ha una funzione puramente economica) realizza un esposizione a New York. Lui punta sugli impressionisti, finanzia le loro esposizioni e compra le loro opere perché intuendo che avendo il monopolio su un certo gruppo nel momento in cui esso ha successo lui é l unico a poter imporre i prezzi delle loro opere. Quando sta per andare in bancarotta decide di andare in America e espone alcune opere impressioniste per pagare i propri debiti. Scopre che gli americani acquistano di più queste opere.

Quest esposizione segna la fine dell’ impressionismo.


Dipinti in serie

Nella seconda parte della sua carriera Monet inizia a dipingere in serie. Acquista una casa in una paese lungo la Senna è lì inizia a dipingere dei quadri in serie.
I primi sono la Serie dei campi di grano
Anni 90- Serie delle cattedrali --> a Rouen, affitta un albergo di fronte alla cattedrale di Rouen e lì si stabilisce a dipingere questa serie, dipingendo la cattedrale a diverse ore del giorno con diverse condizioni meteorologiche (più di 50 tele).
Sceglie un inquadratura verticale anche se è un paesaggio e anche molto ravvicinata per riuscire a prendere meglio le ombre nelle strombature dei portali della cattedrale.


Altre serie:
-Serie delle Ninfee (per realizzarla aveva fatto scavare uno stagno nel giardino di casa sua)

Registrati via email