Impressione, levar del sole

"Impressione, levar del sole" è forse uno dei quadri più significativi di Claude Monet e di tutta la corrente dell'impressionismo in genere per via della sua curiosa storia. Dipinto ad olio su tela, realizzato nel 1872 ed esposto per la prima volta nel 1874, venne criticato da Louis Leroy in modo spregiativo, il quale intitolò la propria recensione "l'esposizione degli impressionisti". Tutti i pittori che si riconoscevano nel dipinto di Monet portarono avanti, a mo' di sfida, l'appellativo loro assegnato, dando vita in questo modo ad una delle correnti più significative del XIX secolo.
Il quadro rappresenta il porto di Le Havre, sul canale della Manica, nel momento dell'albeggiare, proprio come vuole indicare il titolo stesso. È chiaramente realizzato "en plein air", come del resto anche la maggior parte degli altri quadri impressionisti, ovvero all'aria aperta e rivisitato e ritoccato successivamente nell'atelier dell'artista.

In primo piano possiamo osservare al centro una piccola barca di ritorno dalla pesca notturna, ed un'altra imbarcazione più in fondo e un po' più a sinistra. Sullo sfondo sagome sfocate di navi più grandi, abbozzate come ombre scure. Il protagonista è però il sole, richiamato anche dal titolo, che si riflette in parte sull'acqua, strano e dipinto in modo errato, in quanto luminoso quanto il cielo circostante e dunque irreale. È proprio questo l'elemento che da carattere all'opera, donando un che di fantasioso e che ci porta in una realtà differente, quasi frutto dell'immaginazione.
I colori usati sono opposti gli uni agli altri: da una parte quelli freddi, come il verde-grigio-blu dell'acqua e delle ombre sullo sfondo e dall'altra l'arancio intenso del sole e in parte del cielo. Le pennellate sono secche e decise, le immagini sono in parte abbozzi.

Registrati via email