dodda di dodda
Genius 4440 punti

La Gioconda ( o Monna Lisa)


Introduzione: Eseguita da Leonardo Da Vinci, è il ritratto di una tipica donna del '500. Questo è il quadro più conosciuto di Leonardo e rappresenta la moglie del mercante Francesco Giocondo (da lì il nome "Gioconda"). Leonardo è molto legato a quest'opera e quando si trasferì in Francia la portò con lui e poi la donò a Francesco I .

Analisi dell'opera: La Monna Lisa è vista a mezzo busto ma Leonardo aggiunge le mani. In primo piano è collocata la donna vista di scorcio, dietro c'è il paesaggio.Viene utilizzata la prospettiva aerea che consiste nel percepire i soggetti più vicini, chiari e nitidi, quelli più lontani ovattati.
C'è un fiume, si intravede un ponte e ci sono dei picchi rocciosi. La natura è fontamentale in quest'opera per Leonardo. Sembra che questa immagine sia inserita in un contesto che mette in rapporto lo spazio interno con quello esterno. Il capo è coperto da un velo, indossa una veste scura che non è sfarzosa. Leonardo utilizza giochi chiaro-scural. Il soggetto accenna un sorriso, quello della Gioconda è un sorriso enigmatico, cioè che cambia a seconda della posizione del fruitore, così come gli occhi che sembrano seguire il fruitore nei suoi spostamenti. La Gioconda è priva delle arcate sopracigliari; le mani sensibili, una appoggiata all'altra, la luce mette in risalto il viso il collo e le mani. Il vestito, anche se scuro, presenta tocchi di luce che creano un effetto che permette di cogliere la bellezza della preziosità della stoffa. Leonardo punta a mettere in risalto la sua interiorità. Piano piano questo è diventato un ritratto idealizzato.

Registrati via email