pser di pser
Ominide 5819 punti

Le regole della nuova architettura di Le Corbusier

Il teorico del funzionalismo deve essere considerato Le Corbusier che mise per iscritto gli elementi fondamentali di questa nuova architettura, arrivando a codificare cinque regole della “ nuova architettura “: il primo punto riguarda la presenza dei pilastri, con l’architetto libero di organizzare la pianta e gli spazi interni poiché le pareti avevano perso la loro funzione portante, in quanto tutto il peso della struttura era scaricato sui pilastri; in seguito un altro punto è proprio quello della pianta libera, con la possibilità di distribuire gli spazi secondo la sensibilità personale dell'architetto che, in base allo scopo per cui sarebbe servito un ambiente, lo avrebbe realizzato in un determinato modo invece di un altro; poi la facciata libera, ossia il fatto di poter organizzare la facciata anche con vetrate e senza pilastri; poi l’utilizzo di un nuovo tipo di finestra, detta finestra a nastro, con le vetrata che corre da uno spigolo all’altro della parete; ed infine il tetto o terrazzo giardino con la copertura tradizionale, costituita da due parti spioventi che garantivano il deflusso dell’acqua piovana, mai usato per uno scopo preciso o diverso, sostituita da un solaio piano che poteva avere diversi utilizzi: poteva infatti essere adibito a solarium oppure vi poteva anche essere la presenza di struttura sportive.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email