sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-L’Impressionismo-

L’Impressionismo è un movimento artistico nato a Parigi, in Francia, lungo la seconda metà dell’Ottocento.

Si tratta di un movimento artistico rivoluzionario:
1. Nasce come aggregazione spontanea di artisti contro la pittura accademica, i quali si riunivano nei vari cafè della capitale francese.
2. Non aveva una base culturale omogenea, i suoi artisti avevano culture di fondo differenti.
3. Hanno un nuovo approccio alla realtà: non vi è più una rappresentazione fedele della realtà, ma l’autore rappresenta sulla tela un’impressione che si creava nella sua mente in modo veloce; questo causa il venir meno della prospettiva e non vengono rappresentati nemmeno gli elementi non troppo importanti.
Gli artisti hanno maggiore interesse verso il colore, non quello locale che viene abolito, piuttosto che per il disegno; le pennellate avevano forma di virgolette, puntini o tratteggiature. Il nero ed il bianco non vengono considerati ‘colori’ e di conseguenza non vengono quasi mai utilizzati.

Gli artisti preferivano la pittura all’aria aperta, piuttosto che in atelier.

L’Impressionismo venne influenzato da:
• Michel Eugene Chevreul, chimico francese, che fece un trattato sulla legge dei contrasti simultanei dei colori e sulle sue applicazioni;
• James Clerk Maxwell, fisico e matemativo scozzese, che fece delle ricerche sul colore e sulla sintesi additiva, ossia la possibilità di comporre un fascio di luce bianca mediante la sovrapposizione di tre fasci di luci di colori secondari.
• La Fotografia, un’invenzione del periodo, che serve a cogliere meccanicamente la realtà;
• La diffusione di Stampe Giapponesi;
• I Colori ad Olio in Tubetti, per dipingere velocemente all’aria aperta.

L’Impressionismo ufficialmente nacque il 15 aprile 1874 e durò fino al 1886, anno dell’ottava ed ultima mostra impressionista. Tra i suoi pittori più noti troviamo: Manet, Monet, Degas, Cezanne, Pissarro e Sisley.
Il 15 aprile questi artisti, essendo stati rifiutati dal Salone d’Arte di Parigi, realizzarono una mostra alternativa presso lo studio del fotografo Felix Nadar, dove esposero i loro lavori.
Il termine ‘impressionista’ venne coniato dal critico Louis Leroy, che chiamò così Monet dopo che vide la sua opera ‘Impressione, Sole Nascente’, la quale venne da lui derisa, poiché una carta da parati sarebbe stata più rifinita di quell’opera.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email