Ominide 1125 punti

Maja desnuda

Francisco Goya è il massimo artista preromantico che sorprende per la sua straordinaria modernità; ha avuto come David una formazione Rococò ma poi ha avuto una evoluzione molto personale.
Nelle sue opere emergono la forza visionaria e il rifiuto di modelli assoluti di bellezza, elementi tipici dell’estetica romantica.

Il dipinto “Maja desnuda” è stato realizzato da Goya nel 1800 circa. Si tratta di un ritratto di donna conservato nel Museo del Prado poiché in quel museo vi è anche un altro ritratto delle stesse dimensioni che è la “Maja vestida”.
Il committente dell’opera è il primo ministro Godoy, il quale chiese a Goya di raffigurare la sua giovane amante Pepita Tuttavia, dato che in Spagna vigeva il divieto di tenere in casa immagini di donne nude, Goya la rappresenta anche vestita, in modo tale che in occasioni di cerimonia potesse essere vista da tutti.

Si ha anche un’altra interpretazione dell’opera: non sarebbe ritratta Pepita, l’amante di Godoy, bensì l’amante dello stesso Goya, una contessa nobile di facili costumi molto chiacchierata.
Tra quest’opera e la scultura Paolina borghese sussiste un rapporto, anche se non diretto, poichè entrambe seguono lo stesso modello di riferimento, cioè un gruppo di opere rinascimentali di Tiziano, Giorgione e, nel caso di Goya, anche di Velasquez, il cui modello delle rappresentazioni è la Venere nuda.
Ma la nudità della Venere è giustificata e non scandalizza in quanto divinità, mentre lo scandalo suscitato dalla “Maja desnuda” sta proprio nel fatto che era rappresentata una donna vera, reale, addirittura riconoscibile.
Analizzando l’opera, dunque, possiamo dire che l’artista la ritrasse nuda, sdraiata su morbidi cuscini di seta in una posa sensuale, con le mani dietro alla testa e lo sguardo malizioso e pensoso, sicura di se stessa. Il corpo della donna viene rappresentato senza idealizzarlo con realismo carico di sensualità.
Da un punto di vista stilistico si ha una luce vibrante, mentre l’immagine appare estremamente viva grazie a velature liquide e pennellate più pastose.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email