blakman di blakman
VIP 9176 punti

Otto Dix - Trittico della guerra

Nel corso dei secoli gli uomini hanno ripetutamente vissuto e spesso rappresentato la triste esperienza della guerra; ciò è successo a maggior ragione nel Novecento, con ogni probabilità il secolo più cruento della storia umana, il solo che abbia visto il succedersi di due conflitti di scala mondiale, nonché l'orrore dei campi di sterminio.
Soldato in Polonia e in Russia durante la Prima guerra mondiale, Otto Dix diede nel Trittico della guerra una delle testimonianze più crude e dirompenti del conflitto. Parallela e complementare al Trittico della metropoli, quest'opera monumentale racconta il conflitto da un punto di vista interno: lo spettatore si trova sullo stesso piano dei cadaveri, i cui macabri resti si confondono con la natura devastata che occupa il primo piano, lasciando sullo sfondo una città distrutta. Sotto il pannello principale, ad accompagnare la scena apocalittica, l'artista dipinse, alla maniera delle predelle dei politici delle antichità, una cassa lignea dove sono ammassati in allucinante prospettiva, come se fossero sepolti, cadaveri di vittime del conflitto. Lo stile lucido e brutale di Dix si avvale di un tavolozza cromatica composta prevalentemente di marroni spenti e lividi, che espressionisticamente sottolineano la drammaticità dell'evento.

Registrati via email