jojo997 di jojo997
Genius 327 punti

Cubismo

Il Cubismo è una corrente artistica nata a Parigi nel primo 1900. Paul Cèzanne, già nell’Impressionismo, “annunciò alcune caratteristiche di questo nuovo movimento. I primi pittori cubisti sono George Braque e Pablo Picasso.
Il Cubismo è diviso in tre tappe fondamentali:
- CUBISMO PRIMITIVO: dove volumi e spazi sono semplificati e disegnati come solidi geometrici.
- CUBISMO ANALITICO: oggetti visti da vari punti di vista e rappresentati sulla tela.
- CUBISMO SINTETICO: dall’Analitico si passa ad una sintesi di ciò che l’artista vede. È il periodo dove si fanno i collages.
Con Braque e Picasso c’è la rinuncia alla rappresentazione diretta degli oggetti ricreati. Il pittore cubista rappresenta sulla tela diversi aspetti dell’oggetto.
L’ opera di maggior rilievo di Picasso è “Les Demoiselles d’ Avignon” dove sono rappresentati elementi del Cubismo come la passione per la scultura africana e le immagini dotate di una visione Multipla.
Il Cubismo è composto da quattro periodi:
- PROTOCUBISMO: con sfondo indefinito
- ANALITICO: oggetto mostrato nei vari suoi aspetti
- SINTETICO: ricostruzione sintetica dell’ oggetto e nascita dei collages
- ORFICO: ultima estensione del movimento artistico
CUBISMO ANALITICO
Gli artisti assumono un linguaggio artistico che consente la rappresentazione della realtà, avendo così un atteggiamento ANALITICO. I Cubisti vogliono rappresentare una realtà concreta. Un’altra fonte d’ispirazione fu il divisionista Seurat, che ideò la teoria del Puntinismo. Nel Cubismo si accentua il valore del volume, sottovalutando quello del colore (detto in questo periodo componente decorativo).
CUBISMO SINTETICO
In questo periodo i Cubisti vogliono perdere la riconoscibilità dell’oggetto. Vengono introdotte le tecniche miste e del collage. La realtà viene sintetizzata. Gli oggetti, in questo periodo, esistono nell’immagine pittorica.

Registrati via email