Ominide 1747 punti

Umberto Boccioni

Nei suoi dipinti affiora la tecnica divisionista e alcuni riferimenti alla pittura impressionista e postimpressionista. Il suo obiettivo è andare oltre la pura raffigurazione degli oggetti, per rappresentare una sensazione o degli stati d'animo.

La città che sale: É rappresentato un turbinoso affollarsi di cavalli e uomini. Sullo sfondo si notano degli edifici in costruzione, infatti il futurismo ha sempre collocato le sue opere nella metropoli moderna. Assieme al tema della città c'è il tema del lavoro, infatti gli uomini sono animati da dalla febbrile attività del lavoro.

Stati d'animo: É un ciclo di tre dipinti, in ciascuno dei quali lo stesso tema è trattato da tre punti di vista diversi. Essi si intitolano: Stati d'animo: Gli addii, Quelli che vanno e Quelli che restano. Inoltre esistono due versioni di questo trittico una precedente al cubismo e uno successiva.

Gli addii: Nella prima versione la tecnica della scomposizione divisionista distorce il dipinto in ondeggianti linee di colore che sostituiscono la struttura puntiforme originaria della tecnica. Esse lasciano intravedere le due figure nell'atto di abbracciarsi, il saluto prima della partenza.

  • Nella seconda versione le figure sono scomposte e sfaccettate secondo l'esperienza cubista ripetono il movimento dell'abbraccio nello spazio. Al centro del dipinto emerge il profilo di una vaporiera il quale fumo sale in un gioco di colori. Compaiono i temi caratteristici della pittura futurista della contemporaneità della visione, dell'unione di ciò che si vede (percezione) e la comprensione del dipinto e della compenetrazione dinamica, cioè la sovrapposizione delle figure.

  • Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email