Pisa :una delle quattro repubbliche marinare, ricca dal 1064 in poi.
I traffici con la Spagna la portano a scambi con altre culture, specialmente con quella araba che per quattro secoli influenzò la Sicilia.
Il primo edificio costruito fu la cattedrale che non fu edificata al centro della città, ma in una zona esterna perché si pensava ad un ampliamento della città, che però non ci fu perché decadde il successo di repubblica marinara.
Grazie alla ricchezza della città, viene costruito quello che doveva essere il centro della città, il Campo dei Miracoli.
Ci si rifà per di più alla tradizione antica, si prende come modello la Basilica di San Pietro.
Duomo di Pisa ( 1064- metà del XII secolo): grande cattedrale progettata da Bruscheto; cinque navate separate da colonne monolitiche di granito e un grande transetto diviso a sua volta in tre navate.
All’intersezione del transetto cupola di base ellittica e forma a bulbo e rivestita di marmo di Carrara pregiatissimo, con all’interno una dicromia tra marmo bianco e grigio.

Nei pilastri troviamo fasce di marmo bianco e verde e nelle lunette delle bifore dicromia di marmo bianco e verde.
Non ci sono volte a crociera, ma la copertura della navata centrale è a capriate lignee con soffitto a cassettoni e termina con un abside semicircolare; anche il transetto termina con absidi.
Ci sono archi a diaframma come rinforzo con forma a sesto acuto ( di origine araba con 2 archi di uguale raggio che si intersecano, ma hanno centro diverso. La componente verticale è maggiore di quella orizzontale)
Facciata in marmo bianco e grigio divisa in 2 livelli:
1° livello : sette archi ciechi come a Firenze scanditi da colonne sopra quattro piani di arcatelle come a Parma e tre portali. Due statue di leoni stilofori sporgono al di sopra delle colonne che inquadrano la porta centrale. è simile agli altri edifici nell’impianto.
2° livello : quattro piani di arcatelle e archi ciechi anche lateralmente; di stile gotico.
Lunga quasi 100 metri, ma allungata dall’architetto Rainaldo di cinque arcatelle, due campate a occidente e una nuova facciata percorsa da quattro ordini di logge.

La Torre Campanaria( 1174)

dalla successione di piani di gallerie in coerenza con la facciata del Duomo. Sei degli otto piani sono avvolti da una loggetta con archi a tutto sesto. Dopo il primo livello ci fu un cedimento del terreno; furono bloccati i lavori che ripresero dopo 50 anni cercando di raddrizzare la costruzione togliendo la terra affinché l’asse del baricentro restasse in un luogo e la struttura reggesse.

Battistero ( 1152 da Diotisalvi)

Pianta circolare e sormontato da un’ampia cupola a cono dove originariamente c’era un osculo che in seguito fu chiuso.
Il battistero si accorda armoniosamente al Duomo, di cui riprende il motivo delle arcate cieche, che hanno degli elementi a punta

Registrati via email