Ominide 24 punti

L'arte medievale: introduzione

Accenni storici

Durante il periodo medievale, ci fu un regresso sia economico sia culturale, che influenzò anche lo sviluppo artistico.
Le cause del regresso economico furono le seguenti:
- le guerre;
- la crisi agricola, che ebbe una ricaduta immediata sulla popolazione, poiché non tutti potevano alimentarsi in maniera adeguata e questo portava malattie e fame, per cui si stava male anche a livello psicologico.
Essa fu a sua volta causata da un aumento demografico e da condizioni climatiche rigide, caratterizzate da un periodo freddo, chiamato "piccola glaciazione", proprio perché vi fu un parziale ricongelamento.
Le cause del regresso culturale furono le seguenti:
- la Chiesa cristiana, che sfruttava l'ignoranza della popolazione, la quale, essendo analfabeta, imparava la Bibbia attraverso delle immagini; questa modalità d'apprendimento però, portava a fraintendimenti e amplificazioni (come nel caso delle crociate);

- il timore nei confronti di Dio da parte dell'uomo, per cui quest'ultimo si sentiva inferiore e considerava la crisi economica una punizione divina, dunque provava la costante frustrazione dovuta al pensiero che tutto ciò che stava accadendo fosse colpa sua.

Ripercussioni sullo sviluppo artistico

Questo forte divario tra la figura di Dio e l'uomo era presente, non solo nella società, ma anche da un punto di vista artistico.

Questa separazione a livello gerarchico era rappresentata nella pittura, innanzitutto evitando di raffigurare Dio, anche perché in realtà i cattolici non ne conoscevano l'aspetto, ma soprattutto attraverso le dimensioni.
Maria, Gesù, i santi, gli angeli erano figure che potevano essere rappresentate, e la grandezza con cui si presentavano dipendeva dalla loro importanza, quindi erano sproporzionati.
Un'altra caratteristica dell'arte medievale era quella di tralasciare il viso, che divenne inespressivo, e in generale evitare il mezzo busto.
Vi era inoltre una totale perdita dell'argilla come materiale duttile, cioè malleabile, perché la Chiesa lo considerava impuro, visto che per lavorarlo era necessario sporcarsi. Essa venne sostituita dal marmo bianco, dalle pietre dure, da oro, argento, legno e vetro, colorato e modificato per realizzare i mosaici.
Due ulteriori elementi distintivi dei dipinti di quest'epoca sono la confusione della disposizione delle figure e il fascino suscitato dalla preziosità dei materiali adoperati.

Registrati via email