Ominide 370 punti

La Basilica di San Nicola

La basilica di San Nicola è stata costruita tra l’XI° e il XII° secolo. Essa rappresenta uno degli esempi meglio riusciti di integrazione tra le forme del romanici lombardo e quelle della tradizione tardo-antica bizantina. Ha una pianta a croce latina commissa(perché manca il braccio posteriore dell’abside) divisa in 3 navate. La navata centrale è grande più del doppio di quelle laterali. Le absidi sono semicilindriche e risultano inserite nello spessore murario del cortissimo transetto. Nonostante l’assenza di una copertura a crociera molti sono gli influssi lombardi visibili sia nei matronei sviluppati a trifore, sia nell’alternanza dei pilastri ogni 2 colonne. La zona presbiterale è preceduta, secondo la tradizione bizantina, da una bellissima iconostasi(arco trionfale che separa il presbiterio dal pubblico). L’iconostasi è formata da 3 eleganti archetti a tutto sesto sorretti da colonne e pilastri. L’esterno ha il severo aspetto di un complesso fortificato in quanto la facciata è imprigionata tra2 torri di forma quadrata,forse normanni Inoltre la facciata si sviluppa a ripidi salienti ed è percorsa da 2 contrafforti retti da colonne che separano la facciata dalle torri ed evidenziano sull’esterno la tripartizione interna delle navate. Tra le torri e il transetto si apre una serie di imponenti arconi semicircolari,la cui solenne maestosità risulta ingentilita dal sovrastante loggiato sviluppato ad esafore(sei aperture divise da colonnine). Questa basilica richiama molto l’impostazione di molte basiliche romaniche edificate in zona pugliese e attira numerosi pellegrini provenenti anche dall’Oriente Bizantino.

Registrati via email