Genius 18666 punti
Questo appunto contiene un allegato
Banchetto di Erode scaricato 369 volte

Il banchetto di Erode

L’opera narra l’episodio in cui Erode chiede a Salomè di ballare per lui promettendole in cambio qualunque cosa ella desideri. Lei mostra qualche dubbio così la madre pagana Erodiade le propone di chiedere ad Erode la testa di Giovanni il Battista con cui quest’ultima aveva avuto un diverbio. Sulla sinistra si nota il personaggio inginocchiato col vassoio e la testa insieme all’altro personaggio che guarda. A destra si trova un altro gruppo di persone.
La struttura è bilanciata simmetricamente: la prospettiva utilizzata è centrale, sfruttata per racchiudere l’ambiente in modo che l’occhio cada dove l’artista vuole. Per rendere l’effetto della profondità, Donatello usa lo stiacciato. I piani di profondità sono nove: personaggi, tavolata, muro, arcata, persone che passano, arcate, gente, arcata, paesaggio. Importante è l’uso del bassorilievo: inserisce travi nel primo piano di fondo, le quali sono viste in prospettive dall’alto verso il basso, mentre il pavimento da basso verso l’alto. C’è quindi l’incontro tra la spinta visiva inferiore e superiore, cosa che determina il punto di fuga. La tecnica è quella del bronzo dorato rivestito in lamina d’oro.

[img]http://www.skuola.net:81/materiale/banchetto%20erode.jpg[/img]

Registrati via email