Ominide 50 punti

Arte Gotica

L’arte gotica ha origine in Francia nel 110, e da lì si diffonde poi in tutta Europa, sovrapponendosi allo stile Romanico, sino ad arrivare anche in Italia, seppur con caratteristiche differenti, portato dai Benedettini e dai Francescani. Il termine gotico venne coniato in Italia intorno al 1400,per gli italiani voleva significare barbarico,(i Goti erano i Barbari), ovvero tutto ciò che si allontana dalla tradizione classica, significato che oggi ha perso, mentre prima veniva semplicemente chiamato “opus francigenum”. Il gotico è caratterizzatola un grande slancio della verticalità, dato da nuovi elementi fondamentali: oltre a guglie e pinnacoli esterni, viene introdotto l'arco ogivale, più alto, più slanciato. Ora il peso viene scaricato da pilastro a pilastro,(viene introdotto l'arco rampante che serve da sostegno al pilastro), e nn sul muro, quindi la struttura si alleggerisce, il muro non è più elemento portante ma ha una semplice funzione perimetrale, serve a separare uno spazio interno da uno esterno, per questo l'architettura gotica è un'architettura di scheletro e non di massa. Grazie a questo si possono creare grandi finestre fra un pilastro e l'altro, infatti le cattedrali gotiche sono molto luminose, grazie anche ai giochi di luce che si creano grazie alle vetrate colorate. La Cattedrale è un nuovo monumento gotico, più o meno grande, costruito nelle città, in pietra, dedicato a Maria. Il gotico italiano invece è un gotico più moderato, più classicheggiante rispetto a quello europeo, viene chiamato infatti "gotico sui generis". Grande rilievo ha in Italia la pittura gotica. Grandi maestri dipinsero cattedrali e basiliche, come Cimabue, Giotto, e tanti altri.

Registrati via email