VIP 2446 punti

AQUISGRANA SEDE IMPERIALE

Il luogo dove il progetto di Carlo Magno di rifondazione imperiale mediante il recupero dell’antico si mostra con maggiore evidenza è Aquisgrana, l’odierna Aachen, in Germania, la città preferita dell’imperatore, dove la corte era ospitata nel palazzo costruito tra il 794 e l’805. Dell’edificio è sopravvissuta, oggi inglobata nel Duomo romanico, solo la Cappella Palatina.
La scelta della pianta centrale denuncia il riferimento a modelli bizantini e in particolare a San Vitale di Ravenna.
L’esterno ha forma poligonale, mentre l’interno è ottagonale, definito da pilastri circondato dal deambulatorio e coperto da una cupola decorata da un mosaico raffigurante Cristo in trono (rifatto nel XIX secolo).
Le altissime arcate fra i pilastri creano un effetto di rotazione, mentre l’ingresso inquadrato da due torri, una sorte di Westwerk,alludendo anche alla tradizione architettonica roman, dà una connotazione imperiale all’edificio.

Il recupero degli elementi classici è ancora più evidente nella decorazione architettonica,costituita per lo più da colonne e marmi di reimpiego gunti da Roma e da Ravenna. I capitelli corinzi sono un ulteriore richiamo all’architettura classica.
La cappella ospitava il trono dell’imperatore,in posizione isolata, e una lupa antica di bronzo, chiara allusione a Roma.
La Cappella Palatina divenne un modello seguito in molte chiese dai successori di Carlo e poi dalla dinastia degli Ottoni.

Registrati via email