Genius 13051 punti

Vaso dei Persiani

Sul collo del cosiddetto “Vaso dei persiani” è raffigurato un combattimento tra guerrieri greci e Amazzoni; sul corpo sono dipinte tre scene: la prima rappresenta alcuni dèi, tra i quali Zeus e Nike, la Vittoria; la seconda il re persiano Dario; la terza la corte persiana. Secondo il mito, le Amazzoni erano una formidabile popolazione di donne-guerriere (le <senza-seno>, a-mazon, perché si diceva che avessero l’abitudine di tagliarsi un seno, in modo da poter tirare meglio con l’arco).
Le Amazzoni incarnavano ovviamente qualcosa di mostruoso e di barbaro agli occhi dei Greci: infatti a sconfiggerle fu Eracle, eroe civilizzatore per eccellenza.
Qui, significativamente, le Amazzoni sono assimilate ai Persiani, anch’essi considerati barbari.

Le Amazzoni, vestite all’orientale, indossano il tipico copricapo persiano e sono armate di un’ascia. Gli opliti greci hanno un elmo crestato, sono muniti di uno scudo circolare e di una lunga lancia.

Le Amazzoni erano abili cavallerizze e tiratrici d’arco, come i persiani. La cavalleria persiana interveniva nella battaglia dopo un primo lancio di frecce da parte degli arcieri.

I Persiani avevano però la peggio nel corpo a corpo, vanto degli opliti, che vi erano appositamente addestrati.

Registrati via email