Funzioni delle opere d'arte


Funzione magico-propiziatoria


È la funzione più antica tra tutte. Nella preistoria l’artista-stregone catturava con lo sguardo, con le mani l’essenza dell’animale che poi riproduceva nella parte più interna, la più sacra, delle caverne. Questa sua abilità equivaleva alla vera cattura dell’animale: l’immagine sulla roccia ha lo stesso valore dell’animale, dell’oggetto reale. (se ho saputo rappresentarlo, esso sarà mio)

Funzione funeraria


Questa funzione è legata al mondo dei defunti, alla ricerca di un significato dopo la morte e serviva a spiegare qualcosa che è mistero. Aveva una funzione molto importante: l’opera d’arte metteva in comunicazione il mondo dei vivi con il mondo dei morti, il mondo materiale con il mondo spirituale. È una funzione che trasmette un messaggio che va al di là della realtà, legata in qualche modo alla consolazione della perdita.
Oltre alle opere d’arte, anche il corredo funerale (l’insieme degli oggetti posti accanto al corpo del defunto) avevano una funzione funeraria.

Funzione religiosa


È una funzione legata ai templi, sculture e pitture che raccontano storie. Ed è quella che ha sostituito quella magico-propiziatoria.
L’opera d’arte metteva in comunicazione il mondo terreno con il mondo spirituale e trasmette un messaggio che a oltre lo spazio, oltre il tempo, e oltre la materialità.

Funzione didattica o didascalica


L’opera d’arte con funzione didattica/didascalica/ serviva a insegnare.
È una funzione presente soprattutto nelle opere del Medioevo: l’immagine sostituiva la parola, facendo comprendere a tutto il popolo, la maggior parte analfabeta, ciò che veniva rappresentato. (Non comprendo tramite la lingua, ma tramite le immagini).

Funzione celebrativa


L’opera d’arte con funzione celebrativa celebra, ricorda un evento, un personaggio, un’impresa militare, uno Stato…
La funzione celebrativa comunica un messaggio che va oltre la morte.
MNU (monumento), egizio  MNESCO (:ricordo), latino
Funzione utilitaristica o civile
È una funzione di pubblica utilità. Era molto importante nell’arte romana, famosa soprattutto per i ponti, fognature, acquedotti, terme…

Funzione ludica


È una funzione che diverte, funzione dei colossei, teatri e anfiteatri.
Funzione estetica
L’opera d’arte con questa funzione deve imitare la natura e creare la bellezza. È la funzione dell’oreficeria.
Funzione simbolica
L’oggetto rappresentato equivale alla realtà di quell’oggetto.

Esempi:
Arco di Costantino: funzione celebrativa→ celebra la sconfitta di Massenzio nella battaglia di Ponte Milvio da parte di Costantino.
Colonna traiana: funzione narrativa, celebrativa e funeraria→ rappresenta la vita militare dell’imperatore Traiano e avrebbe dovuto ospitare la sua tomba.

Ara Pacis: funzione religiosa e celebrativa→ è un altare che celebra l’imperatore Augusto e famiglia, la sconfitta dei Galli e la pace successiva con il popolo romano.
Incisioni, graffiti e pitture rupestri: funzione magico-propiziatoria→ servivano ad augurare una buona caccia. Gli uomini del tempo catturando l’essenza dell’animale con la mente, pensavano di averlo già catturato anche nella realtà.
Partenone: funzione religiosa, celebrativa e simbolica→ era dedicato alla dea Atena e celebrava la vittoria dei Greci sui Persiani. Rappresentava l’unione di tutte le polis e la vittoria della ragione (rappresentata dai Greci) sull’istinto (rappresentato dai Persiani).

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email