pser di pser
Ominide 5819 punti

METODI DI SEPOLTURA ETRUSCHI

Prima di arrivare a realizzare delle tombe ipogee, o anche definite tombe a tumulo perché erano riconoscibili dall’esterno da un cumulo di terra, e delle vastissime necropoli gli Etruschi non erano soliti seppellire i loro morti, come invece poi faranno attraverso i sarcofagi, ma erano soliti cremarli. Infatti posizionavano il corpo del defunto su una pira funeraria, a cui poi veniva dato fuoco, e poi le ceneri dei defunti erano raccolte all’interno dei canopi, dei vasi che si trovano anche nella tradizione egiziana, costruiti soprattutto con terracotta in precedenza modellata, che rappresentavano le fattezze del defunto. La differenza tra i canopi etruschi e quelli egiziani è data dal fatto che mentre in Egitto venivano utilizzati per conservarvi gli organi che erano estratti dal corpo durante il processo di mummificazione, in Etruria serviva per raccogliere le ceneri del defunto. Il canopo, infatti, poggiava su un piedistallo che rappresentava la poltroncina dove sedeva il defunto, il corpo del vaso era quello del morto, il coperchio la testa, i manici le braccia. Altro metodo di sepoltura tipico degli Etruschi è l’inumazione attraverso il sarcofago, dapprima costruito in terracotta, poi sotto l’influenza greca in marmo, che era disposto in tombe sotterranee che venivano scavate nel tufo.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email