Scheda di lettura dell’opera


Dati anagrafici


Titolo: Kouroi gemelli, Cleobis e Biton
Autore: Polymedes di Argo
Data: 590 a.C. circa, periodo arcaico (stile dorico)
Collezione originaria: Tempio di Poseidone, Capo Sunio
Collezione attuale: Delfi, Museo Archeologico
Componente operativa
Tecnica: Scultura
Materiale: Marmo
Dimensioni: altezza 197 cm

Componente figurativa


Linea: incisiva, costruttiva che definisce l’anatomia, netta, particolareggiata, geometrica e decorativa nelle trecce, sottolinea alcuni punti di forza come il torace e le ginocchia
Linea di forza: asse di simmetria verticale, linea dei gomiti, linea delle ginocchia (molto incisiva e poco realista: serviva per mettere in evidenza le ginocchia, la parte più importante in un atleta), linea delle caviglie, linea delle spalle e linea che collega i pugni

Colore: colore originario del marmo


Luce: data dal chiaro-scuro, anche se non accentuato

Spazio: bidimensionale: il volto e il petto sono schiacciati

Volume: bidimensionale: il corpo è come chiuso tra due lastre parallele

Movimento: statico (anche se la gamba è rappresentata in avanti)
Composizione: equilibrata
Funzione: votiva e religiosa
Significato: le due sculture simboleggiano la forza fisica della giovinezza
* il movimento è statico presentato in modo “ieratico”: da “Ieros”, sacro: il soggetto è rigido, immobile, con gli occhi sbarrati.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email