blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Ellenismo - Galata suicida con la moglie scaricato 22 volte

Il Galata suicida con la moglie

Un efficace esempio della carica patetica tipica dell'arte pergamena è il gruppo eretto nel 220 a.C. circa a Pergamo dal re Attalo I per ricordare la sua vittoria sui Galati nel 228 a.C. Lo scultore, probabilmente Epigono, attivo nella seconda metà del III secolo a.C., ha costruito un'immagine dei vinti priva di compassione, descrivendo oggettivamente il loro carattere e illustrando la degenerazione del coraggio che si trasforma in furore e induce a preferire il suicidio alla prigionia. Nel "Galata suicida con la moglie" l'artista illustra dunque la decisione di un capo di dare la morte a sè e alla propria sposa. Il guerriero, nudo, si conficca la spada nel petto volgendo drammaticamente lo sguardo verso l'alto, con espressione insieme concentrata e determinata, mentre lascia cadere il corpo della moglie morente. La posizione delle due figure è calcolata abilmente, in modo da suggerire un movimento quasi rotatorio culminante nel braccio sollevato con la spada. L'identità celtica del personaggio è suggerita mediante dettagli fisionomici e di costume, come i baffi e la folta capigliatura, resa per mezzo di ciocche compatte perchè i galli, prima della battaglia,le bagnavano con acqua e gesso; alle abitudini celtiche appartenevano anche il combattere nudi e la presenza delle donne sul campo di battaglia per incitare gli uomini.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email