Confronto della vita degli antichi romani con la vita moderna

Quali differenze sono presenti tra il nostro stile di vitae quello degli antichi Romani? Ci sono infiniti aspetti da considerare: partiamo dalla situazione sociale. Prima gli atichi Romani eano divisi in patrizi e plebei e avevano gli uni diritti diversi dagli altri mentre noi, oggi, abbiamo tutti gli stessi diritti. Generalmente i patrizi erano le persone più ricche, ma con il tempo alcuni plebei diventarono addirittura più ricchi dei patrizi, ma comunque con meno diritti degli ultimi. A dimostrazione di ciò si nota che nelle cosiddette "domus" ci abitavano non solo partizi, ma anche plebei. Le persone più agiate vivevano anche nei primi piani delle "insulae" (paragonabili ai nostri palazzi). Le persone più povere vivevano nei piani più alti di questi antichi palazzi e, spesso, non potedo pagare l'"affitto", venivano cacciati di casa. Quindi moltissime persone si ritrovavano per strada a cercare un altro luogo in cui vivere, oppure si rendevano schiavi di persone più ricche e vivevano servendoli per la vita, o almeno fino a quando non riuscivano ad ottenere lo status di liberto. Oggi, invece, la ricchezza delle persone non è messa moltissimo in evidenza dal luogo in cui si vive: la paggior parte delle persone, ricche o povere che siano, vive in appartamenti (nel caso non si abbia un luogo in cui vivere, si vive chiedendo l'elemosina e dormendo per la strada). La ricchezza tra noi moderni ormai è data dalle comodità di cui si dispone e, a volte, dal modo in cui ci si veste. Tra gli antichi Romani, le comodità di cui si poteva usufruire erano molto limitate: i ricchi si muovevano a volte in lettighe, i poveri camminavano oppure potevano concedersi un mulo per viaggi più lunghi. Altra differenza tra ricchie poveri: il modo in cui si mangia e il cibo che viene servito in tavola. E' noto che i ricchi romani potevano permettersi di banchettare con gli amici di sera mangiando su letti molte portate diverse. I poveri, invece, (se potevano permettersi del cibo) mangiavano pasti molto frugali che si basavano più che altro su cereali e, qualche volta, su legumi. Oggi come allora, ci sono persone che possono permettersi del cibo e gente che non può. La stragrande maggioranza delle persone possono permettersi di mangiare piatti vari e sostanziosi, poche persone escono fuori dagli schemi generali.

Parlando delle persone che non hanno di che mangiare e vivere c'è un'altra differenza tra ieri ed oggi: i romani che non potevano permettersi nulla si rendevano schiavi di altre persone e vivevano con loro in cambio del loro servizio, mentre oggi si chiede l'elemosina.
Riguardo la cultura, sono pochissime le persone che non vanno a scuola perchè la scuola è diventata un diritto: si usufruisce di aule, libri e quaderni su cui scrivere. Prima, invece, solo le persone più ricche potevano permettere ai loro figli di andare a scuola: si studiava per la strada e si scriveva con tavole che venivano usate svariate volte.
Sembra, quindi, che il nostro modo di vivere sia migliore di quello degli antichi romani: abbiamo uno stile di vita più comodo, grazie alle tecnologie e soprattutto ai mezzi di trasporto ma, forse, gli antichi romani avevano uno stile di vita più sano (per esempio, per un minimo viaggio usiamo le macchine, ma una bella passeggiata non sarebbe una cattiva idea).

Registrati via email