Ominide 1907 punti

Le guerre di Roma nel V sec. a.C.

La situazione esterna era mutata a svantaggio di Roma e delle comunità latine per la pressione delle popolazioni dell’interno. In particolare, ai confini meridionali e orientali del Lazio i Volsci, approfittando dell’indebolimento Etrusco, si erano impadroniti della pianura pontina, arrivando fino al mare e facendo di Anzio e Velleteri i loro centri più importanti. Gli Equi, a ridosso dei colli Albani, attuavano rapide scorrerie in territorio romano e latino. Fra Volsci ed Equi gli Ernici erano meno pericolosi. La tradizione romana racconta con toni epici singoli episodi della lunghissima guerra contro questi popoli, consacrando i nomi di personaggi leggendari come Coriolano (il generale Romano che come risposta ad un torto subito, passò in un primo tempo dalla parte dei volsci) e Cincinnato (dedito alle attività agricle abbandonò il proprio podere quando gli fu affidato il comando assoluto delle truppe come dittatore, e tornò poi al proprio campicello dopo la vittoria conseguita). Dovette in realtà trattarsi di una interminabile serie di scorrerie, con alcuni grandi e decisivi scontri. All’inizio i Volsci dovettero avere la meglio, in coincidenza con un periodo di dissidi interni a Roma, che sfociarono nell’organizzazione autonoma della plebe in contrapposizione allo stato patrizio. In questa pirma fase le devastazioni arrivarono fino alle porte di Roma, che nel 492 soffrì anche di carestia per affrontare la quale chiese grano a Cere, dopo che Aristodemo di Cuma bloccò il carico di viveri che i romani avevano acquistato in territorio Cumano. Di grande imporanza fu l’accordo che Spurio Cassio stipulò con gli Ernici nel 486 acquistando alla causa latina questa piccola popolazione montanara. L’annalistica registra una serie di controffensive vittoriose di Roma (le gloriose campagne di Cincinnato, tipico rappresentante di un ceto dirigente dei piccoli proprietari, al quali si attribuisce la vittoria sui volsci ed equi sul monte Algido nel 458).

Registrati via email