Maggie di Maggie
Ominide 50 punti

La Filosofia nasce nella Ionia, grazie ai Greci, in particolare nelle scuote di Mileto. Talete è considerato il primo filosofo.

Talete, Anassimandro e Anassimene sono i rappresentanti della scuola di Mileto. Essi sono scienziati. Amalgamano le loro conoscenze con quelle di altri uomini e culture. Il loro scopo è ricercare l’arché, ossia il principio primo di tutte le cose, da cui tutto ha origine. La prima domanda che ci si pone riguarda l’arché, cioè il principio primo. Esso è il perché, l’essenza. I primi filosofi si pongono domande su tutto ciò che ci circonda. Tutto è formato da 4 elementi. L’arché va quindi ricercato nelle manifestazioni della Natura. Il passaggio dal mito al logos è la prima fase della nascita della Filosofia. Il “logos” è un termine greco con molteplici significati. La Filosofia utilizza il logos in tutte le sue caratteristiche.

Logos = ragione. La facoltà di pensare razionalmente che è in tutte le cose. Parola che serve per esprimere il pensiero. Prerogativa essenziale che verrà utilizzata dai primi tre filosofi. Esprime il comportamento dell’uomo nei confronti di tutto ciò che lo circonda.

Essenza = sostanza di ogni cosa

Talete
Egli sceglie l’Acqua perché:
- le più grandi civiltà sono nate presso i fiumi
- ogni individuo ha bisogno di acqua per vivere
- l’Acqua contiene tutti gli altri elementi

Anassimene
Egli sceglie l’Aria perché:
- essa è tutto ciò che ci circonda
- inspirazione ed espirazione sono l’essenza stessa della Vita

(Aria = psiche = anima [deriva da “anemos”, respiro] = pneuma [utilizzato dai Latini] = soffio)

Anassimandro
Sceglie qualcosa di esterno ai quattro elementi (aria, acqua, terra, fuoco), che da senso a tutti gli altri. (Apeiron)

Registrati via email