Le forme del domino Romano

Gli elementi fondamentali che garantirono la rapidità e la solidità delle conquiste romane furono la forza militare, la compattezza politica e la flessibilità nel gestire i rapporti con le popolazioni sottomesse. In particolare, fu il consenso alla politica di espansione dato sia dai patrizi sia dai plebei a consentirne il successo.
La conquista dell'Italia ebbe rilevanti conseguenze sociali e istituzionali, perché si formò uno strato della plebe in grado di avanzare rivendicazioni ed imporre al patriziato una serie di concessioni politiche ed economiche. Con le leggi che consentivano anche ai plebei l'accesso al senato e al consolato e con l'attribuzione di valore di legge ai plebisciti, l'ordinamento istituzionale romano raggiunse una sostanziale eguaglianza politica. Le assegnazioni di terre e l'abolizione della schiavitù per debiti, al contempo, diedero soddisfazione alle principali rivendicazioni della plebe.

Una nuova nobiltà patrizio-plebea si venne sostituendo all'antico patriziato delle gentes. Questa nuova classe dirigente di fatto monopolizzò sia le assemblee legislative, dato il sistema di votazione e l'uso spregiudicato dei clienti, sia il senato e le principali magistrature, dando vita a una nuova oligarchia dominante (oligarchia= governo dei pochi).

Registrati via email