Xenium di Xenium
Ominide 411 punti

Religione Mesopotamica

Le città mesopotamiche si riconoscevano ciascuna in un dio particolare e le popolazioni, profondamente religiose, si affidavano alla benevolezza divina. Inoltre i sudditi si recavano nei principali luoghi sacri, come per esempio le zigguarat.
Gli dei personificavano le forze della natura: Anu era il dio del cielo, Enki il dio della terra e delle acque, Enlil il dio dei fenomeni atmosferici e Ishtar la dea dell'amore e della fedeltà.
Questa religione era politeistica, poichè venivano adorati molti dei, e antropomorfica, in quanto le divinità avevano aspetto e sentimenti umani. Proprio perchè simili agli uomini, gli dei avevano famiglia, amavano e odiavano, si alleavano e combattevano fra loro. I fedeli dovevano nutrirli per tenerli in vita e quindi, più volte al giorno venivano portate delle vivande davanti alle loro statue collocate nei templi: una parte era bruciata, una parte veniva consumata dai sacerdoti e una parte era distribuita ai poveri.

In Mesopotamia, a differenza di quanto accadeva in Egitto, non esisiteva la credenza in un'aldilà felice: la morte, infatti, conduceva le anime in una regione priva di luce e di qualsiasi speranza.
I Mesopotamici credevano inoltre nell'esistenza di spiriti maligni, i demoni, che infestavano le rovine, i cimiteri, i monti, il deserto, i luoghi solitari. Nella lotta contro le presenze demoniache, acquistò notevole importanza una nuova figura, quella dell'esorcista, che doveva liberare l'uomo posseduto dal "diavolo" attraverso scongiuri noti solo a lui. Gli esorcisti facevano ricorso al fuoco, all'acqua, alle pietre "miracolose" e , soprattutto, alle erbe. Si crearono così i presupposti della farmacologia, come documentano gli elenchi di rimedi e preparati, per lo più a base di sostanze vegetali, incisi su tavolette d'argilla. Inoltre vi erano dei testi sacri molto importanti come per esempio l’epopea di Gilgamesh.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email