I principi del diritto


Nella società babilonese il codice di Hammurabi rappresenta l'inizio del lungo cammino verso l'affermazione del principio della certezza del diritto: le leggi scritte garantiscono infatti tutti coloro che vi fanno ricorso. Massima aspirazione del codice di Hammurabi erano il rispetto e la difesa del bene comune, cui tutti i cittadini individualmente dovevano contribuire. Inoltre nessuno, pena la morte, poteva accusare un altro cittadino di un reato, senza provare con certezza le sue accuse; allo stesso modo, nessun cittadino poteva farsi giustizia da sé, perché tutti dovevano rispondere delle proprie azioni di fronte alla legge, cioè dinanzi al sovrano e ai suoi giudici , secondo il principio della responsabilità personale. Quest'ultimo aspetto risulta fondamentale e consente di mettere in luce anche i limiti della legislazione babilonese: infatti, se è vero che tutti i sudditi rispondevano delle proprie azioni dinanzi ai giudici, va anche detto che la sanzione a carico dei colpevoli , stabilita sulla base della legge del taglione , dipendeva dalla classe sociale di appartenenza.

Ciò significa che un danno o un'offerta subita da un uomo libero comportava per il colpevole una pena più pesante rispetto a quella comminata nel caso in cui un uomo libero ne avesse offeso uno di classe inferiore: ad esempio, se un libero uccideva un suo pari, era senz'altro punito con la morte ; tuttavia se egli uccideva uno schiavo, la sua punizione consisteva nel risarcimento del danno subito dal proprietario dello schiavo, mediante il rimpiazzo del serbo ucciso. Lo schiavo infatti era considerato merce, privo di qualsiasi dignità e diritto umano, pari di una cesta o di un vaso.
Molti articoli riguardano il diritto di famiglia (matrimonio, divorzio, adulterio, rapporto uomo-donna, padre-figlio) da cui emerge una notevole attenzione alla salvaguardia della solidità dell'istituto familiare: famiglia e stirpe erano infatti alla base della società babilonese e pene severe erano previste contro l'adulterio.
La novità del codice di Hammurabi consiste inoltre nel fatto che la pena non poteva più essere eseguita dai parenti della vittima, bensì da un funzionario dello Stato e solo dopo un regolare processo.

Registrati via email