Genius 14049 punti

Prima Guerra Punica

Con la vittoria su Taranto, Roma entra nell’area economica del Mediterraneo occidentale dominata fino ad allora da Cartagine. L’occasione per lo scoppio della prima guerra punica è l’aiuto chiesto dai Mamertini di Messina a Roma contro i Cartaginesi. I romani accolgono l’invito per evitare il controllo dello stretto di Messina da parte dei Cartaginesi. L’andamento della guerra è inizialmente favorevole ai Romani, che si preparano a combattere sul mare. Nel 260 a.C., nelle acque di Milazzo il console Caio Duilio riporta un grande vittoria. Incoraggiati da questo successo, i consoli Attilio Regolo e Manlio Vulsone sbarcano in Africa, ma con la decisione del senato di richiamare Vulsone in Sicilia, le legioni essendo guidate dal solo Regolo vengono sconfitte (255 a.C.). La prima guerra punica termina con la definitiva vittoria di Lutezio Catulo alle isole Egadi nel 241 a.C.. Dopo sei anni di lungo assedio la Sicilia, tranne Siracusa, diventa la prima provincia romana e i suoi abitanti vengono sottoposti a una pesante tassazione. Nel 235 a.C. Sardegna e Corsica diventano seconda provincia romana. Nel 230 a.C. Roma occupa tutta la regione illirica e nel 222 a.C. nasce la terza provincia romana, la Gallia Cisalpina.

Registrati via email