Ominide 52 punti

In Mesopotamia si sviluppano le prime grandi civiltà fluviali del mondo antico. Le particolari condizioni ambientali di questa zona favorirono un notevole sviluppo agricolo e il conseguente consolidamento della rivoluzione urbana.

A partire dal 3200 a.c. in Mesopotamia si sviluppa la civiltà sumera, non organizzata in uno stato unitario , ma in un sistema di città-stato indipendenti . La vita politica ed economica era gestita da un re che era anche il primo sacerdote. Il centro della vita sumera era nella ziggurat . Ai sumeri si deve la scoperta della scrittura.

Attorno al 2350 a.c. , prende il sopravvento la cultura accadica, con la quale si definisce un ideologia di tipo imperiale: il re accadico Sargon sconfigge i sumeri e i suoi successori estendono i confini sino alla Siria e al Mediterraneo.

Intorno al 2000 a.c. gli amorrei si insediano in Mesopotamia e danno origine alla civiltà babilonese. Babilonia raggiunge il massimo splendore con il re Hammurabi, che perviene a controllare tutta la bassa Mesopotamia e definisce un codice di leggi.

Nel corso del II millennio a.c. si sviluppa la civiltà ittita . Grazie alla scoperta del ferro e del cavallo conquistano l'intera regione. A partire dal 1600 a.c. si espandono verso la Mesopotamia e la Siria e ciò li porta a scontrarsi con gli egizi

Attorno al 1200 a.c. un'invasione di popolazioni indoeuropee dissolve l'impero ittita e agevola il rafforzamento degli assiri, un popolo dell'alta Mesopotamia che giunge a controllare Mesopotamia,Siria e Fenicia

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email