Genius 4330 punti

Dalla monarchia alle città stato

Crolla la civiltà Micenea: iniziano i secoli oscuri della Grecia

L’invasione dei Dori segnò l’inizio di un lungo periodo di decadenza economica e culturale per la Grecia. Il territorio ellenico venne diviso in tanti piccoli regni governati da re-pastori. L’agricoltura, l’artigianato e il commercio entrarono in crisi e scomparve l’uso della scrittura. Ma nonostante questa situazione, nacquero cose importanti come la lavorazione del ferro con cui si fabbricarono armi e attrezzi da lavoro più robusti. Si costruirono templi agli dèi, che prima si adoravano all’aperto; in seguito si iniziò a scrivere con l’alfabeto fenicio che era più facile.

Tramontano le monarchie, sostituite da regimi aristocratici

I rappresentanti dei nobili divennero sempre più potenti e fondarono un consiglio di anziani, che amministrava la giustizia. Poi convocavano il popolo in un assemblea generale per discutere di problemi comuni. Così le monarchie decaddero.

Nasce la polis, la città-stato greca

Vicino le abitazioni dei ricchi, si formarono le prime città-stato, le polis, le abitazioni dei magistrati. Nella parte alta della città l’Acropoli, protetta da alte mura, vi erano gli edifici pubblici e i templi dedicati agli dei. Al centro era la piazza dove si faceva il mercato chiamata l’Agorà e lì si facevano anche le assemblee popolari.

I Greci fondano le colonie

Con il passare del tempo, però, nelle città-stato vi furono contrasti tra il popolo e i nobili che avevano tutto il potere. Le misere condizioni di vita dei cittadini spinsero molti greci ad emigrare. Così iniziò la colonizzazione della Grecia, a nord verso le coste della Macedonia e del Mar Nero. A sud, sulle coste dell’Africa e ad ovest sulle coste dell’Italia meridionale e in Sicilia. Ogni gruppo di coloni greci era guidato da un capo, il quale fondava la nuova città e divideva in parti uguali le terre da coltivare. La nuova colonia era autonoma e indipendente, le proprie leggi e si governavano da sole.

La colonizzazione determina conseguenze economiche – politiche e culturali

Con la nascita di tante colonie ci fu uno sviluppo del commercio e dell’artigianato. Ci furono molti scambi commerciali che favorirono l’uso della moneta. Per quanto riguarda la cultura, gli abitanti delle colonie greche trasmisero alle popolazioni locali molte cose della loro civiltà : usi, costumi, credenze religiose e modelli di vita sociale e politica.

Le colonie che si formarono nella Sicilia e sulle coste meridionali dell’Italia vennero chiamate : Magna Grecia.

Registrati via email