Ominide 149 punti

Con l'espressione "Magna Grecia" si indica l'Italia meridionale dalle coste della Campania a quelle della Puglia, territorio che fu oggetto della colonizzazione dei greci a partire dall'VIII secolo a.C.
Anche la Sicilia fu toccata dalla colonizzazione greca, ma nell'isola la colonizzazione greca fu arrestata dalla presenza degli insediamenti fenici sulla costa occidentale. La più antica colonia greca dell'Italia Meridionale fu fondata sull'isola di Ischia dagli abitanti di Calcide intorno al 780 a.C. Sempre i calcidesi nel 740 a.C. fondarono Cuma, situata sulla costa proprio di fronte ad Ischia e nei pressi della città etrusca di Capua, con la quale essa venne spesso in conflitto. Nella stessa baia sorgerà un altro insediamento calcidese, che in seguito distrutto dai cumani e ricostruito prenderà il nome di Neapolis che significa "città nuova". Sulla costa ionica della Calabria sorsero in successione le città di Reggio (fondata dai calcidesi), Locri Epizefiri (fondata dai greci), Crotone e Sibari (fondate dai greci dell'Acaia). Sibari fu a lungo la città più prospera della Magna Grecia, grazie a una politica aperta all'immigrazione, al controllo di un vasto territorio e alla ricchezza dei commerci. Ma a causa dei contrasti tra le fazioni achee di Sibari e di Crotone si arrivò alla guerra più sanguinosa tra queste città, che portò alla completa distruzione di Sibari nel VI a.C.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email