agny187 di agny187
Ominide 50 punti

I Longobardi

L’Italia, l’Africa e buona parte della Spagna furono riconquistate restaurando così quasi completamente l’impero Romano. Giustiniano tuttavia portando a compimento quest’opera, aveva lasciato ai suoi successori una situazione abbastanza difficile dato che aveva quasi del tutto prosciugato le risorse dello stato, così, quando i longobardi nel 568 tentarono di conquistare l’Italia ci riuscirono anche perché la peste aveva iniziato a fare il suo corso quindi gli abitanti romani si stanziarono nelle città lasciando le campagne ai longobardi che inizialmente occuparono Pavia poi s’instaurarono più a sud precisamente a Spoleto e a Benevento. I Bizantini sapevano che dovevano fronteggiare i longobardi e quindi s’instaurarono a Ravenna, Venezia, Napoli, Roma, isole di Sicilia, Corsica, Puglia, Calabria, Pentacoli, Rimini e Ancona. In questi anni si verifico un lungo processo cioè la rottura dell’unità politica della penisola italiana. Bizantini e Longobardi abitavano in territori confinanti e si battevano anche solo per la città che distava a pochi km da loro. Poiché nessuno dei due popoli riusciva a prevalere completamente sull’altro .mentre goti e franchi erano riuscita perfettamente a trovare un accordo con i bizantini loro non lo trovavano però con i longobardi che spezzarono l’aristocrazia e si sapevano perfettamente di avere molti nemici infatti si imposero ovunque come dominatori e gli abitanti del loro impero erano solo degli schiavi e non potevano quindi ribellarsi. i guerrieri longobardi erano organizzati,come tutti i germani,in gruppi familiari. il re veniva eletto capo dell’esercito. il popolo longobardo riconosceva se stesso nell’apparenza allo stesso ceto etnico. giungendo in Italia,sottomisero le popolazioni e si spartirono le terre secondo il diritto di guerra. il loro livello di vita non richiedeva alcuna relazione con gli sconfitti. Fecero ben attenzione a non mescolarsi con i vinti anche solo nei cimiteri. Nel VIII secolo gli italici iniziarono ad essere ammessi nell’esercito acquistando pienamente, così, pieni diritti. Morto Alboino,elessero re clefi e successivamente due anni dopo elessero Autari,suo figlio. respinti i franchi il nuovo re longobardo estese le sue conquiste a danno dei bizantini. Fu sotto il suo regno che cominciò la conversione dei longobardi al cattolicesimo.morendo sua moglie prese in marito il duca di Torino che prosegui la sottomissione dei dell’Italia i rapporti con il papa migliorarono sempre di più. Tra i suoi successori c’è Rotari che emanò l’editto omonimo scritto in un latino rozzo dove si attua in particolare per i delitti di sangue il passaggio della faida al guidrigildo con il regno di Liutprado si ebbe una svolta egli si impadronì di Ravenna e giunse sino a Roma dove preferì venire a patti con il papa.

Registrati via email