Ominide 2537 punti

Italia preromana

La penisola italica fu abitata fin dai tempi più antichi. Innovazioni in agricoltura e nell’allevamento si ebbero per influsso di popoli provenienti dalla mezzaluna fertile intorno al 4500 a.C. L'evoluzione delle popolazioni italiche non avvenne negli stessi tempi nè con le stesse modalità.
Intorno al 2700 a.C. iniziò la lavorazione dei metalli
Intorno al 1800 iniziò la lavorazione del bronzo
Intorno al 900 a.C. compaiono le prime prove della lavorazione del ferro
Compaiono nuove civiltà:
-Le civiltà di Golasecca nell’Italia nord occidentale intorno al IX secolo a.C.
-La civiltà Villanoviana nell’Italia centro settentrionale intorno al IX secolo a.C.
-In Toscana fa la sua comparsa un nuovo popolo, quello degli Etruschi, inizia cos’ l’espansione etrusca verso sud e poi verso nord. Fra V e III secolo a.C. gli Etruschi sono prima limitati da altri popoli, come i coloni greci e i Sanniti a sud e i Galli al nord, poi vengono assorbiti dai romani. Le città etrusche, a somiglianza delle poleis greche, non diedero mai origine fra loro a forme associative o a federazioni stabili e durature. La religione etrusca presenta diverse affinità con quella greca; infatti alcune divinità hanno mantenuto lo stesso nome e ugual prerogative, mentre alcune sono di origine italica.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email