gimmi8 di gimmi8
Ominide 46 punti

Caracalla

la vita
Nonostante le indicazioni contrarie del padre caracalla (marco aurelio antonio o bassiano, il suo vero nome)poco più che ventenne prese nelle sue mani il potere uccidendo brutalmente suo fratello Geta, con il quale non voleva dividere la responsabilità di governo e proseguendo in una politica di persecuzione all'aristocrazia senatoria. Caracalla tentò, come già severo, di porre un freno al dissesto della situazione monetaria creando una nuova moneta a più basso tenore di argento,poiche l'impero avave bisogno di denaro e doveva dunque accrescere il volume della moneta in circolazione. Da quell'operazione lo stato guadagnò tantissimo. ma la misura costituiva comunque un'altro passo verso l'inflazione e i prezzi già in forte ascesa continuarono a salire... Il nome di Caracalla è restato legato in particolare alla constitutio antoniniana un provvedimento adottato nel 212 con il quale venne stesa la cittadinanza romana a tutti i provinciali. l'editto prendeva atto di una situazione consolidata di larga concessione della cittadinanza specie attraverso l'arruolamento dei provinciali dell'esercito e chiudeva un epoca storica che aveva visto gli abitanti dell'impero divisi sul piano giuridico in due categorie gerarchicamente distinte . la nuova norma impose un complesso ripensamento delle normative giuridiche dell'impero, dal momento che con l'estensione dei diritti di cittadino romano a tutti i provinciali venivano a cedere tutte le tradizioni e le consuetudini giuridiche locali e si poneva un problema di armonizzazione di queste con le leggi dell'impero! desideroso di emulare le gesta di severo, e addirittura di Alessandro Magno. Caracalla concepì una nuova spedizione militare contro i parti , che gli fu fatale. giunto in oriente infatti una congiura lo eliminò non ancora trentenne nel 217 ed elevò al potere il prefetto del pretorio Macrino!

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email