celo8 di celo8
Genius 9827 punti

Il codice di Hammurabi

Il codice di Hammurabi è il primo codice di leggi scritte, grazie al quale i cittadini potevano sentirsi tutelati, nel bene e nel male. Anche in precedenza esistevano delle leggi e delle "costituzioni", o meglio codici, ma erano tramandati e trasmessi in modo orale, e il re Babilonese fu il primo a darne una certezza "mettendole nero su bianco". Ne abbiamo testimonianza grazie ad una stele alta più di due metri, conservata a Parigi nel museo del Louvre, che presenta nella parte superiore il re Hammurabi che prega Shamash, dio della giustizia presso i Babilonesi e nella parte inferiore una lunga serie di iscrizioni cuneiformi, le leggi. Nel codice prevale la legge del taglione, anche detta occhio per occhio dente per dente, ma le regole erano diverse a seconda della classe sociale di appartenenza: un furto commesso da un contadino contro un nobile era punibile con la morte, viceversa se la vittima era il contadino la punizione poteva anche essere solo una multa in denaro. Per primo il codice tutela i sottoposti al capofamiglia, che in precedenza aveva qualsiasi potere, anche di vita o di morte, sui suoi familiari.

Registrati via email