ely90 di ely90
Genius 4638 punti

Gli inizi della civiltà greca

Le origini della civiltà greca sono assai remote e convenzionalmente si fanno risalire al II millennio a.C., quando l’Europa ed il Vicino Oriente furono sconvolti da migrazioni che portarono allo scontro tra popoli stanziali ed urbanizzati con popoli di tradizione nomade. Sul finire dell’XI secolo, i Balcani sono interessati dalla calata dei Dori provenienti dalla Macedonia e dall’Illiria. Questa invasione costringe gli Eoli e gli Ioni a migrare verso l’Asia Minore. Tra il XII ed il IX secolo, la Grecia attraversa un periodo definito “Medioevo Greco” o “Ellenico” caratterizzato da forti contrasti e devastazioni, con un regresso dell’economia e della vita sociale. Nonostante questo periodo buio, ai Greci dobbiamo la nascita della scienza, della filosofia e della politica. Anche l’arte assume nuovi significati e finalità, abbandonando i condizionamenti imposti dalla magia e dalla religione per divenire libera espressione dell’intelletto umano e razionale ricerca degli ideali di bellezza, equilibrio e perfezione. Essa può essere suddivisa in quattro periodizzazioni fortemente approssimative:


    - Periodio di formazione (o geometrico) che coincide in parte col “Medioevo Ellenico”, dal XII all’VIII secolo e corrisponde alla calata dei Dori e alla nascita delle prime città.

    - Periodo Arcaico, dal VII alla fine del VI secolo, comprendente l’arco di tempo in cui i Greci sviluppano l’architettura dei tempi e la scultura della figura umana.

    - Periodo classico, che va dalla battaglia di Salamina nel 480 a.C., al 323 a.C., data della morte di Alessandro Magno che aveva annientato i Persiani. In questo periodo, detto anche età dell’oro, le poleis diventano libere ed indipendenti sviluppandosi nell’economia, nel sociale, nell’arte e nella cultura.

    - Periodo ellenistico dal 323 al 31 a.C., data della battaglia di Azio. Le città Greche che avevano già perso definitivamente l’indipendenza, entrano a far parte della provincia Romana di Macedonia, ma la cultura e la civiltà greca, non saranno mai sopraffatte dai Romani.

Registrati via email