Nihal94 di Nihal94
Genius 5798 punti

Giugurta naque nel 160 a.C in Numidia.
Il regno era nato tra il contatto della civiltà punica e greca e dalla seconda guarra punica era diventato un fedele alleato di Roma.
Giugurta era nipote del re Massinissa, che lo aveva privato del titolo reale perchè figlio di una concubina. Però era un uomo stimato dal suo popolo, tanto che suo zio il re Micipsa aveva pensato di ucciderlo per assicurare il trono ad Aderbale e Iempsale, suoi figli legittimi. Giugurta fu mandato in guerra dallo zio al fianco di Scipione Emiliano per reprimere una rivolta di iberici in Spagna ma egli dimostrò così tanto coraggio che il suo popolo finì per stimarlo sempre più.
Quando lo zio Micipsa morì nel 118 a.C i tre pretendenti al trono furono lo stesso Giugurta,Aderbale e Iempsale.
Per impossessarsi del potere Giugurta fece uccidere Iempasale e poi intraprese una guerra contro Aderbale che divise in due fazioni distinte il popolo numida. Nel 112 a.C Giugurta riuscì ad eliminare anche Aderbale ma questo gesto gli costò caro prezzo perchè durante la guerra con Aderbale aveva ucciso dei commercianti romani che avevano partecipato alla difesa della città di Cirta assediata dalle truppe di Giugurta.Con questo gesto si inimicò il senato di Roma che gli mosse guerra. questa fu la mossa del suo declino. Fu dichiarato nemico di Roma ma nonostante volesse trattare con i romani non ottenne niente. Venne condotto a Roma per testimoniare ad un processo contro alcuni funzionari pubblici romani ma a causa di proteste non riuscì a testimoniare. Al suo ritorno in patria la situazione degenerò e le truppe dei generali Lucio Cornelio Silla, Quinto Cecilio Metello e Gaio Mario con l'inganno riuscirono a catturalo e nel 105 a.C fu condotto a Roma e dopo una triste sfilata in occasione del corteo trionfale per i generali venne strangolato.

Registrati via email