Ominide 1907 punti

Gli istituti e l’assetto sociale della comunità primitiva delle origini di Roma non sono ricostruibili con certezza. I gruppi fondamentali, dai quali dipendeva sostanzialmente l’organizzazione politica erano la gens e la familia. La prima era costituita da gruppi di famiglie che riconoscevano un comune antenato, dal quale derivava il nome dei membri della gens stessa (ad esempio: Cornelio della gens Cornelia, Aurelio della gens Aurelia…) i gentili praticavano culti comuni e spesso esclusivi di una gens, i sacra. La gens deliberaza autonomamente dei decreti che avevano valore vincolante per i suoi membri. Ad esempio l’approvazione di un matrimonio al di fuori della gens, la rinuncia ad appartenervi o l’adozione di un membro estraneo, organizzava la propria difesa anche perché spesso era concentrata nel suo nucleo principale in un determinato territorio. Non sappiamo se avesse un capo istituzionale, ma è probabile che il più influente fra i capifamiglia esercitasse di fatto una certa supremazia. La famiglia era costituita da un nucleo più piccolo, che di norma non risaliva la terza generazione (figli di cugini); era caratterizzata da un proprio cognomen posposto al nome della gens. Il suo capo, il pater familias esercitava un potere assoluto sui membri della famiglia, compreso il diritto di condanna a morte.

Registrati via email