Cleare di Cleare
Ominide 42 punti

L’età delle colonizzazioni e delle tirannidi

1. Dalla preistoria alla civiltà micenea

La preistoria e l’età del bronzo

La memoria dei Greci non risaliva oltre alla metà del II millennio a.C. epoca nella quale veniva posta la nascita dei primi semidei e quindi l’età degli eroi che si protraeva fino all’invasione dorica del 1100 a.C. I greci non avevano cognizione dell’età della pietra che andava dal VIII al IV millennio a.C. I greci fissavano l’inizio della loro storia a quella che per loro era l’età del bronzo, oggi datata dal 2800 al 1100 a.C.: quella era per loro l’età degli eroi, poiché essi utilizzavano il bronzo per costruire loro armi.

La civiltà minoica: la talassocrazia

La civiltà più antica sorta in Grecia, pur non avendo stirpe greca, era quella minoica: fiorita a Creta tra il 1900 e il 1450 a. C. circa. Aveva il dominio sul mare (per questo talassocrazia). La bellezza di questa civiltà è attestata dai palazzi ritrovati in tutta l’isola.

La civiltà micenea

La prima civiltà assolutamente greca era quella micenea (dal nome della città di Micene situata in Argolide). Si è attestato, dopo aver tradotto la loro scrittura nota con l'appellativo "Lineare B", che la lingua fosse una varietà dialettale del greco. Esistono delle tracce di palazzi micenei nel Peloponneso (Tirinto, Micene, Pilo) e a Creta.

Il palazzo, cuore del singolo regno

Il mondo politico miceneo era suddiviso in territori locali che avevano a capo singoli capi: si dovrebbe parlare dunque di regni micenei e non di un unico Impero miceneo.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email