Ominide 50 punti

Dinastia Flavia
- Tito Flavio Vespasiano 69 – 79 d.c.
- Tito Vespasiano 79 - 81 d.c.
- Domiziano 81 - 96 d.c.

Dopo Nerone si ebbe nuovamente la guerra civile. Le legioni in rivolta nominarono imperatori i loro comandanti. In 12 mesi ben 4 imperatori si succedettero. Le legioni iberiche nominarono Galba sostituito da Otone mentre le legioni del Reno nominano Aulo Vitellio. Le truppe dell’oriente nominano Tito Flavio Vespasiano.

Tito Flavio Vespasiano: 69 – 79 d.c.
Diede inizio alla dinastia Flavia. Vespasiano aveva lasciato in Giudea a reprimere la rivolta degli ebrei il figlio Tito. Egli espugnò Gerusalemme e distrusse il tempio. Era l’inizio della Diaspora che portò il popolo ebraico fuori dalla Palestina. A tutti gli ebrei fu imposta una tassa il ficus iudaicus.
Vespasiano promosse la creazione di una classe dirigente per formare i quadri dell’amministrazione pubblica. Il risultato fu il radicale ricambio dei ceti dirigenti di Roma. Le casse dello stato erano vuote a causa di Nerone, Vespasiano incrementò le entrate del fisco imperiale con la confisca del patrimonio dei Giulio-Claudii e con una gestione delle finanze parsimoniosa e mirata.

Tito 79 – 81 d.c.
Vespasiano aveva designato eredi i figli Tito e Domiziano
Subentrò Tito che durante il suo breve impero ebbe un comportamento esemplare.
Si abbatterono sull’impero enormi calamità: un incendio devastante, una pestilenza, l’eruzione del Vesuvio.
Morto Tito subentrò Domiziano

Domiziano: 81 – 96 d.c.
Si sforzò di guidare le legioni alla vittoria e conquistò la Scozia. Fallì il tentativo di sottomettere i Daci. Riuscì a stringere con Decebalo un patto : il re diventava “socio e amico romano” e riceveva da Roma un contributo finanziario in cambio di dell’impegno di difendere la riva sinistra del Danubio all’attacco dei Barbari. Domiziano rimase ucciso in una congiura a palazzo.

Registrati via email