Sapiens 1379 punti

Cause del crollo dell'impero romano

Dopo Teodosio, l’impero fu diviso in due parti, l’impero d’Oriente e quello d’Occidente, Iniziano a nascere i grandi proprietari terrieri i quali esercitavano un grande potere. In questo periodo si vengono a formare nuove istituzioni come la corte, la burocrazia imperiale. L’impero romano dopo aver raggiunto il massimo splendore, iniziò lentamente a decadere. Le cause principali furono:
• SUCCESSIONE DEGLI IMPERATORI La successione degli imperatori avveniva per via ereditaria, per elezione o per adozione. Finchè le successioni venivano fatte per adozione, non vi furono problemi, ma con la morte di Nerone e con quella di Commodo, esplose la mania da parte dei generali di farsi eleggere imperatori dalle proprie legioni, quindi l’impero entrò in crisi.

• AGRICOLTURA L’enorme estensione del latifondo e la fine della piccola proprietà terriera causarono lo spopolamento delle campagne, l’aumento delle tasse per finanziare le campagne militari e i prodotti di prima necessita erano sempre meno richiesti e difficili da trovare.
• CONTRASTI RELIGIOSI Gli uomini erano alla ricerca di una nuova religione, poichè la vecchia religione e i vecchi dei erano carichi di vizi e di sacrifici, e non potevano più soddisfare i bisogni della gente. Qui entra in gioco il cristianesimo che cerca di confortare la povera gente riaccendendo in loro un barlume di speranza.
• ARTIGIANATO Lo spopolamento delle città e delle campagne significava una minore forza lavoro e una minor richiesta di manufatti e oggeti d’arte, data anche la scarsità di denaro.
• COMMERCIO Crea un grave disagio soprattutto dovuto all’inflazione (svalutamento della moneta) dovuta alle continue guerre.
• ANARCHIA MILITARE Scatenava nelle diverse legioni sparse perl’impero accesi dibattiti. C’è da dire anche che la vastità dell’impero era un grande ostacolo per le unità governative, poichè molte terre erano lontanissime fa Roma. Nè fu un rimedio efficace la divisione dell’impero in 2 parti: l’impero romano d’occidente e quello d’oriente.

Registrati via email